Cos’è e come funziona il pavimento pelvico?

Per molte donne il pavimento pelvico è un perfetto sconosciuto. Tuttavia, questi muscoli sono molto importanti per la qualità della nostra vita!

DA UN PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO

Il pavimento pelvico corrisponde alla zona genito-urinaria-anale ed è costituito da tessuto muscolare e connettivale.

Il pavimento pelvico corrisponde alla zona genito-urinaria-anale ed è costituito da tessuto muscolare e connettivale, con “pelvi” ci si può riferire  alla regione pelvica, ovvero alla regione interna circoscritta dalle ossa che compongono il bacino.

Il bacino o pelvi è la struttura ossea situata all’estremità caudale della spina dorsale, con funzione di trasferimento del peso corporeo della parte superiore del corpo sullo scheletro degli arti inferiori.   Esso contribuisce inoltre, assieme ai muscoli perineali e addominali, al sostegno degli organi addominali, e assieme ai muscoli delle gambe alla locomozione.

Sotto il profilo dell’evoluzione, il pavimento pelvico è una struttura recente.

E’ stata la postura eretta a renderlo necessario.

Le alterazioni funzionali del pavimento pelvico interessano prevalentemente le donne, con un’incidenza che aumenta progressivamente col progredire dell’età fino a raggiungere e superare il 40% della popolazione femminile oltre i 65 anni di età.

Partecipa alle funzioni urinaria, fecale, sessuale, riproduttiva, della statica pelvica, biomeccanica del cingolo pelvico.

DA UN PUNTO DI VISTA PERSONALE

E’ la parte del nostro corpo più sconosciuta si trova nella parte più bassa del bacino, zona  carica di vissuti, di reazioni istintive, viscerali.

Quest’area è estremamente sensibile e modificabile ai segnali di pericolo, si pone in stato di allarme di difesa e si contrae; reagisce alle emozioni, alle sensazioni, ai sentimenti, ai pensieri, connessa al nostro inconscio, legata al piacere, alla gioia, all’abbandono, spesso porta in se esperienze di paura, angoscia, inquietudine, dolore, inibizione, oppressione, violenza, panico.

  • ci dicono che basta contrarla per tonificarla MA NON E’ COSI’
  • ci dicono che per allenarla e non diventare incontinenti basta bloccare il getto di urina, MA NON E’ COSI’

NESSUNO ci dice che spesso invece è contratta e impaurita che è violata in mille diversi modi e ne paga le conseguenze,

NESSUNO ci invita a percepirla nella sua sessualità.

E’ una parte del nostro corpo molto carica emozionalmente,

Le sue cellule registrano esperienze vissute: dalla nascita dell’umanità ad oggi il perineo ha una storia profonda legata al piacere-dispiacere e  porta in se l’esperienza femminile delle generazioni passate.

Molto presto le bambine imparano che il perineo è un luogo di tabù e proibizione.

Eppure la vita delle donne  e dell’umanità è scandita da cicli di natura sessuale, percepibili come sensazioni fisiche a livello genitale.

La storia delle donne è la storia di come esse siano state tenute ferme attraverso il controllo del loro corpo, della loro energia sessuale, della loro potenza e del loro potere.

Restituire potere significa ridare alla donna la consapevolezza di poter vivere in prima persona i momenti più importanti del suo essere femmina.

Il Perineo è il luogo dell’identità e dell’integrità della donna.

Il lavoro corporeo può consentirci di addentrarci di più in questi luoghi sconosciuti e farci connettere con la nostra forza e il nostro potere.

Un pavimento pelvico elastico e forte svolge un ruolo importante nella salute degli organi sessuali e il libero fluire dell’energia di questi organi è essenziale sul nostro benessere e sulla nostra vitalità, oltre che sul modo in cui affrontiamo la vita quotidiana.